Lumache infinite

 

Ho sognato tante grosse lumache marroni. Alcune più veloci di altre, tutte diffidenti, alcune leggermente aggressive. Diventavo perfino loro amica, a un certo punto, le tenevo in una vaschetta coi pietraggi, simile a quella delle tartarughe di mio fratello, ma non ricordo se erano lumache d'acqua, o se strisciavano su insalate. Vado a vedere cosa significa sognare lumache, mi si segnalano tre cose: una, che le lumache sono ermafrodite, due che sono lente, tre che si portano una casetta appresso. Allora le domande: il contesto indica forse che si tratta di un sogno sessuale? vi muovete con lentezza, avete difficoltà a reagire? o non forse vi sentite oberati di responsabilità, e sentite che il peso di queste responsabilità vi segue ovunque voi andiate? Allora sono andata a correre. Questi sono deficienti. Veramente, nel sogno, esaminavo dei fogli, delle carte tue, che trovavo in casa, con degli appunti, in calce ai quali aggiungevo anch'io degli appunti miei. O erano risposte, come a dei quiz: tu tornavi, e vedevi che stavo rispondendo diligentemente ai tuoi quiz - o correggendo i tuoi fogli, o che - e le lumache strisciavano sulle insalate, non so quanto felici o "in forma", e questo significherebbe che si tratta di un sogno di carattere sessuale mah. Allora sono andata a correre. Sul muro dello stadio ci stanno tante scritte, quasi tutte d'amore, tipo senza te non vivo, firmato manu, miriam, tutti nomi così. Poi c'era una lunga scritta che conteneva "orizzonti infiniti", dopo un quarto del secondo giro di campo me l'ero scordata, quando ci ripasso la rileggo così me la ricordo ho pensato, però quando ci sono ripassata la seconda volta non l'ho ritrovata, orizzonti infiniti - e sì che era grande. Beh la terza volta la trovo ho pensato - ma niente, mi è sembrato anzi di vedere una scritta nera, che diceva altro, sovrapposta a quella che dicevo io, azzurra ma ormai sbiadita. E' da escludere che a sovrascrivere sia stato l'unico runner che girava intorno allo stadio oltre a me: era un uomo pelato e non tanto alto, con l'aspetto da finanziere, che è arrivato in macchina, non aveva una faccia da orizzonti infiniti.
Ho sognato lumache marroni, non è che diventavo proprio amica, di queste lumache, ma le prendevo con le dita, le spostavo sulle foglie di insalata, le osservavo avvicinarsi a delle piccole pozzanghere (pozzanghere? dove?), insomma, le mie lumache. E non potevo muovermi, se no quelle scappavano. Ah questa cosa che ho trovato in rete, sui sogni di lumache, dice anche che il guscio della lumaca è tondo e duro e disegnato come un mandala.